26 APRILE

GUERNICA - Pablo Picasso
GUERNICA – Pablo Picasso

26 Aprile.
Un giorno uguale agli altri.
Sabato mattina.
Oggi.
Sole tiepido, sbadigli, il tempo, piano, va.

26 Aprile.
D’improvviso sprofonda, il tempo, là, nell’ombra.
Ogni giorno, accade, mi dice, decrepito, ritorto su sè stesso.
Ogni giorno sprofondo in un vortice e gli uomini ritraggono lo sguardo.
Spaventati e ciechi. Ammutoliscono.

26 Aprile.
Guardo.
Con gli occhi attenti, guardo.
Mi do coraggio.
Indago.

26 Aprile.
Nel vortice sprofonda lo sguardo mio, nell’abisso oscuro.
Dove rutilano i giorni intorno a me, i mesi e gli anni.
Mi premono sul petto e quasi mi spezzano il respiro.
Si confondono, negli occhi miei, racconti e fatti.

6 Aprile.
Si confondono, col tempo che fugge indiavolato, le stupide stagioni.
E i fiori, che con esse germogliano e poi muoiono.
E’ la vita, che nasce con la morte attaccata al fianco.
Non la può lasciare andare.

26 Aprile.
Spuntano, i fiori, dalla terra bagnata di rugiada dolce.
Miele d’amore profumato.
Spuntano anche dalla terra ebbra di sangue, maledetti.
Volgari e indifferenti, figli d’un grembo che si concede a tutto.

26 Aprile.
Mattine di sole e pomeriggi bagnati dalla pioggia.
Vapori e tepori, e nubi e sogni.
Cristalli luccicanti, e stridule luci.
Pioggia, porta la vita, e una pesante lastra, vasta e mortale.

26 Aprile.
Mille e mille giorni senza memoria.
E poche, dolorose eccezioni al nulla.
Giorni distratti e giorni di vedetta.
Nuvole e cavalloni che si rincorrono.

Giocano?

Fanno sul serio?

In questo giorno, il 26 Aprile, accade questo. Io ho provato a raccontarlo.
Ognuno può, come sa.
In questo giorno, il 26 Aprile accadde anche questo. Provo a ricordarlo.
Ognuno può, come sa.

26 APRILE 1937
http://www.youtube.com/watch?v=kYpYlzfkPss

26 APRILE 1986
http://www.youtube.com/watch?v=6pNclc_o2HY

Annunci