LA CADUTA DELL’ANGELO

Livido, bianco, spaventato, furente, ferito, sconfitto. Sullo spuntone di roccia acuminato della sua disfatta, l’Angelo del Male giaceva schiantato. La roccia aveva tremato, la terra si era ritratta, il mare si era ritirato, l’aria s’era aperta, il cielo squarciato, le stelle rabbuiavano. Solo le tenebre, dappertutto, nel mondo ancora non creato, sembravano gioire in silenzio….

TRUMP – storie di gatti e di topi

E’ andata così. Ormai, si dice tanto in Tv, la storia ha vinto contro i sondaggi. Trump è la storia, Clinton i sondaggi. Così dicono. Comunque, è andata così. Senza parole, restiamo a vedere, ora, cosa succede. Bene? O male? Cos’altro possiamo fare, se non restare a vedere? Ognuno di noi ha una responsabilità. Nelle…

I GIGANTI

  Veramente, quando abbiamo visto arrivare quelle strane creature, siamo rimasti sorpresi. Non credevamo ai nostri occhi. Non avevamo mai visto niente di simile. Vive, erano vive, quelle “cose”. Questo non si poteva negare. Ma, di cosa si trattava, in realtà? Le prime notizie dell’avvistamento sono volate nell’aria come portate dal vento. Piccole creature. Bestiole….

NELLA NEBBIA (2)

Poi, alla fine siamo partiti. Sarà stata la cupa atmosfera della città svuotata da ogni forma di vita. Le porte delle case semisocchiuse. Il vento che sollevava polvere e avanzi di vita e li spingeva come animali randagi per le strade deserte, ormai. Oppure l’oppressione inconsapevole dell’attesa, che continuava a pesare ogni ora di più….

PREPARATIVI (1)

Noi ci stiamo già preparando. Abbiamo messo su tutte le cose nostre. Quelle, almeno, che potremo portarci appresso, perchè abbiamo avuto poco tempo per i preparativi. Non sappiamo neanche dove potremo andare. Abbiamo letto in cielo la grande scritta. “ANDATE. SCAPPATE. PORTATE VIA QUEL CHE POTETE. PER VOI NON C’E’ PIU’ POSTO. NE’ PACE” All’inizio,…

FRANKENSTEIN di P.

Raccontare la mia storia. Voglio raccontare la mia storia. E’ lo scopo, la ragione della mia vita. Voglio raccontare la mia storia. Per capire il mio tempo, forse. Per spiegare cosa è mai la mia vita. Per dire anch’io “Ecco. Vedete. Questa è la mia storia. Anch’io ho una storia da raccontare”. E non si…

L’ULTIMA NOTIZIA

Dall’orifizio appena aperto, sottile e affilato, cominciarono, come ogni mezz’ora, a scivolar fuori le parole umide, viscide, untuose, scivolose, doppie. Come al solito, la lucina rossa tremolante della telecamera gli aveva fatto l’occhiolino. Per un attimo solo. Poi, i suoi due occhi si erano aperti sul mondo. Due fori neri, un pò larghi, si spalancarono…

IL MAESTRO (2)

In questi lunghi anni lontano dalla scena, il mondo mi ha dimenticato. Ma non gli dei. Non le Muse. In questi lunghi anni lontano dal palcoscenico, mi hanno dimenticato le menti labili, i cuori falsi. Ma io sono rimasto vivo. Fuoco che ha arso il legno nella camino. Goccia che ha scavato poco a poco…

IL MAESTRO (1)

Non so se riuscirò a raccontare la mia pazzia fino in fondo. La pazzia, alle volte è un lucido programma, un progetto pianificato fin nei minimi dettagli, è una folle idea che s’intromette fra la mente e la vita e ne condiziona ogni sviluppo, ne compromette ogni possibilità di reagire e rifiutarsi di obbedire, di…

FUGA, MISTERO

Da questa porta, da questa porta! Su, svelti, svelti. Da qui, da qui, si passa. Per questa parte, mi raccomando. In fretta, non fate rumore, in fretta! Chi sei? Dimmi, chi sei? Nel buio non vedo niente, ti prego, dimmi chi sei! Corro da tanto, non ho più forze, sono disfatta. Ti prego, aiutami! Dimmi…

LA FUGA (MISTERO)

Da questa porta, da questa porta! Su, svelta, svelta. Da qui, da qui, si passa. Per questa parte, mi raccomando. In fretta, non fare rumore, in fretta! Chi sei? Dimmi, chi sei? Nel buio non vedo niente. Ti prego, dimmi chi sei! Corro da tanto, non ho più forze, sono disfatta. Ti prego, aiutami! Dimmi…

SPRING

Passeggiare in questi dolci giorni primaverili arricchisce l’anima, oltre che corroborare un pò il fisico provato dalle troppe ore di poltrona in ufficio. E dato che ormai siamo dotati di fotocamere telefoniche sempre più perfezionate, possiamo catturare schegge di primavera e portarcele a casa come pepite, o gemme, rapite al ventre della montagna o, meglio,…