PER LA MEMORIA

A cosa serve la memoria davvero? Non sono in grado, in questa giornata speciale, dedicata alla memoria collettiva, di dare una risposta immediata alla domanda. Lo specchio magico del mondo, l’informazione – tramite tivvù, internet e giornali – mi riflette un’immagine falsa della realtà e, al tempo stesso, di conseguenza, mi conduce ad una risposta…

MORTE DELLA DEMOCRAZIA IN USA – The death of democracy in USA

Ieri si è insediato il 45° presidente degli Stati Uniti, mr Trump. Mr. Donald Trump. Adesso la democrazia ha qualche problema. Prepariamoci. I media, asserviti, dopo le minacce mai velate e negate dal miliardario Mr. President, e dopo la cruda sconfitta imprevista, ormai lumacosamente sbavano ai piedi di Capitol Hill. Elemosinano un posto nel mercato….

POVERI E RICCHI

E noi, poi, ci chiediamo perchè. Perchè, nel mondo, stanno accadendo sempre più frequentemente certe brutte cose??!! E, con un certo stupore, con sgomento, quasi, ci chiediamo perchè , invece, non ne accadano delle altre… Ma qui non faccio considerazioni, non faccio domande. Qui lascio solo la risposta ai dati. Dal rapporto OXFAM:  GRANDI DISUGUAGLIANZE…

IL REFERENDUM – p. III

Bene, la Tv ha dato le percentuali dei votanti alle 19,00, molto alte, molto più delle solite occasioni. Il che fa capire, così mi sembra, che questa volta sia una delle volte in cui il popolo ha deciso di far sentire la sua voce in modo chiaro e forte. Ottimo, qualunque sia la sua decisione….

TRUMP – storie di gatti e di topi

E’ andata così. Ormai, si dice tanto in Tv, la storia ha vinto contro i sondaggi. Trump è la storia, Clinton i sondaggi. Così dicono. Comunque, è andata così. Senza parole, restiamo a vedere, ora, cosa succede. Bene? O male? Cos’altro possiamo fare, se non restare a vedere? Ognuno di noi ha una responsabilità. Nelle…

IL REFERENDUM – p. II

L’ITALIA Era importante,dare l’idea di ciò che ci accade intorno, nel mondo, prima di parlare del nostro referendum nazionale del 4 dicembre. Non siamo su un’isola, ma in un arcipelago, in un grande arcipelago. E quindi, dobbiamo cercare di capire dove ci troviamo. In una bella confusione, a dire il vero. Ma questa è la…

IL REFERENDUM – p. I

IL CONTESTO ESTERNO Facciamo un post sul referendum, mancano poche settimane, ormai, al 4 dicembre, data, ormai, fatidica, almeno per questa Italia di oggi. Ce ne ricorderemo, forse, di questo 4 dicembre, negli anni venturi, perchè, comunque andrà a finire l’esito del voto, è probbile che ci saranno conseguenze durature. Prima di dire cosa ne…

LA GIUNGLA DI CALAIS

La “giungla” di Calais, estremo lembo della terraferma europea. Prima di tuffarsi in acqua, nella salata salsedine che urla, minacciosa, la terra, per un ultimo istante, si volta all’indietro. Cerca, con occhi disperati, un pò di pietà. Non capisce. La ragione di tanta violenza. Quale forza, umana o divina, ha spezzato la continuità del continente…

NOBEL – BOB DYLAN

Molti si sono dedicati a commentare il Nobel dato a Bob Dylan, in questi giorni, esprimendo entusiasmi o critiche per la scelta dell’Accademia. Come se il premio a Robert Allen Zimmerman fosse una scelta come le altre. Non un letterato, non un accademico, non un romanziere o un poeta cattedratico o estemporaneo. Io leggo, nella…

MACERIE

E’ un post triste, stasera, muto, di dolore. Ognuno di noi, nel cuore rifletta. C’è qualcosa che, nel tempo, si riproduce sempre uguale, il male terribile. E noi ce lo raffiguriamo, o crediamo di poterlo fare, con le immagini più shoccanti, convinti, o speranzosi, che la pietà smuova il mondo e sconfigga il male. La…

Mentre scorrono le parole di questo discorso che, come discorso, potrebbe essere solo un soffio leggero, una brezza racchiusa fra quattro mura, la testa si riempie di domande. E il cuore di palpiti. Premetto che io diffido delle religioni, e degli uomini delle gerarchie religiose, perchè salgono su un piedistallo che separa i giusti dagli…

IMMAGINARSI L’INCUBO

Immaginarsi l’incubo non è la stessa cosa che viverlo. Porsi davanti all’immagine del temibile, del pauroso, del tremendo. Con mente sgombra. Senza la partecipazione rapinosa che l’incubo produce sulla mente, annientandone la capacità di ragionare, di ordinare, di dare senso alle cose. L’incubo produce il ribaltamento del terrore in realtà. Ma resta un sogno, per…