Monsignor Viganò, lo sterminatore di papi di nuovo al lavoro

La denuncia contro Francesco di Viganò, che ebbe un peso nella crisi che portò alla rinuncia di Benedetto XVI, dimostra che un nuovo solco si è aperto tra trono e altare

Sorgente: Monsignor Viganò, lo sterminatore di papi di nuovo al lavoro

Annunci

3 pensieri riguardo “Monsignor Viganò, lo sterminatore di papi di nuovo al lavoro

  1. E’ un segno chiaro che la chiesa dei prelati (che non è quella di Cristo) non vuole perdere nemmeno un capello dei suoi privilegi e non ha nessuna intenzione di chiedere perdono per tutto lo schifo che ha provocato in passato e provoca ancora. Ho un po’ paura per la vita del Papa!

    Mi piace

  2. Si, in fondo è molto debole, oggi.
    Ma speriamo sempre bene, che non gli accada nulla.
    Questa notizia ci dà il senso della grande tempesta che il mondo sta vivendo, in questo tempo …procelloso.
    Non c’è più nessuna certezza, nessuna verità, nessun credo, nessun ideale, nessuna saldezza…
    Tutti e tutto esistono – o ci vengono resi noti – evidenziando gli aspetti estremi di ogni cosa, da un lato o dall’altro.
    La fede, la religione, la politica, i fatti e i giudizi sui fatti, tutto è esposto nelle versioni BIANCO oppure NERO, dall’estremismo sanguinario al cinismo superficiale.
    E così si finisce per perdere il senso dell’orientamento, come una cosa potesse essere contemporaneamente a nord e a sud del nostro senso, della nostra (in)comprensione.
    Nasce così il vuoto, le cose, meglio, i fatti, perdono il significato e diventano solo oggetti su cui appiccicare un’etichetta di convenienza.
    Questo, come per il resto, per esempio per il fenomeno storico delle migrazioni, vale anche per il Papa e per il tema drammatico degli abusi sessuali che sta sconvolgendo la chiesa.
    Ma nessuno entra nel merito delle cause e dei perchè, ci si ferma a guardare la superficie ed emettere un giudizio di comodo, per moralismo, o per opportunismo, per inerzia, o per paura…
    E, in questo marasma, l’ignoranza grassa regna sovrana incontrastata.

    Per difenderci, dice Peppe Barra, un vecchio canta-ttore napoletano (sono un suo fan infervorato), occorre sguainare “la spada della cultura” !!!

    Un abbraccio, carissima Fausta,
    Piero

    Piace a 1 persona

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...