SALMO

1328129907_122688_1328130866_noticia_normal

173730918-46d04595-05c8-460c-8046-6211f234584c

SALMO

Oh, come sono permeabili le frontiere umane!
quante nuvole vi scorrono sopra impunemente,
quanta sabbia del deserto passa da un paese all’altro,
quanti ciottoli di montagna rotolano su terre altrui
con provocanti saltelli!

Devo menzionare qui uno a uno gli uccelli che trasvolano
che si posano sulla sbarra abbassata?
Foss’anche un passero-la sua coda è già all’estero,
benché il becco sia ancora in patria. E per giunta, quanto si agita!

Tra gli innumerevoli insetti mi limiterò alla formica,
che tra la scarpa sinistra e la destra del doganiere
non si sente tenuta a rispondere alle domande “ Da dove? ” e “ Dove? ”

Oh , afferrare con un solo sguardo tutta questa confusione,
su tutti i continenti!
Non è forse il ligustro che dalla sponda opposta
contrabbanda attraverso il fiume la sua centomillesima foglia?
E chi se non la piovra, con le lunghe braccia sfrontate,
viola i sacri limiti delle acque territoriali?

Come si può parlare di un qualche ordine,
se non è nemmeno possibile scostare le stelle
e sapere per chi brilla ciascuna?

E poi questo riprovevole diffondersi della nebbia!
E la polvere che si posa su tutta la steppa,
come se non fosse affatto divisa a metà!
E il risuonare delle voci sulle servizievoli onde dell’aria:
quei pigolii seducenti e gorgoglii allusivi!

Solo ciò che è umano può essere davvero straniero.
Il resto è bosco misto, lavorio di talpa e vento.

Wislawa Szymborska

4 pensieri riguardo “SALMO

  1. Grandissima poetessa, non mi stancherò mai dirlo! L’ironia di questa poesia, la delicatezza e la forza dei pensieri…
    Ti apre davanti una voragine di pensieri e di riflessioni sulla nostra pochezza e sulla nostra superbia. sulla nostra condizione assurda di esseri capaci delle più grandi bellezze e delle più deliranti ed autolesive azioni e convinzioni.
    Se solo imparassimo a guardare davvero questo mondo che ci contiene e non solo per dominarlo, quante cose ancora potremmo imparare, quanti errori potremmo rimediare…

    Liked by 1 persona

    1. Si, amica mia, era una donna straordinaria, nel senso letterale del termine, fuori dall’ordinario.
      Le sue poesie non erano tecnica applicata alle parole, ma erano un modo di sentire la vita, di vivere, di essere umana, non so come dire, le sue parole, i suoi pensieri incarnavano un modo di essere meraviglioso.
      Poi, doveva solo raccontare, con parole semplici, comprensibili a tutti.
      Nessun fingimento, nessuna mediazione leziosa.
      Ed ha parlato di cose bellissime, come di cose terribili, nelle sue poesie.
      Credo davvero sia una grandissima poetessa, come hai detto tu. Proprio così.

      Un abbraccio.
      Piero

      Mi piace

  2. Con la sua poesia Wislawa Szymborska riesce a penetrare nel cuore del mondo, a comprenderne i segreti e il continuo alternarsi di vita-morte, ordine-disordine, suoni-silenzio e l’uomo che si crede autore di questo miracolo – e non lo è né lo capisce – non prova nemmeno a farsi domande ma se ne impossessa per distruggerlo!
    Buon fine settimana Piero, un abbraccio
    Fausta

    Mi piace

  3. Di questa poesia,, mia cara Fausta, mi piace l’indisponente realtà, il modo evidente, razionale, se vogliamo, di come costruisce la conclusione.
    Per dimostrare come pure si potrebbe restare liberi, se solo si pensasse a come l’uomo è un essere che appartiene alla natura.
    E invece…
    Pare quasi dimostrare quel vecchio slogan, credo illuminista, o marxista, non ricordo più: LA PROPRIETA’ E’ UN FURTO.
    I confini, questo sono, un furto, un modo maldestro di nascondere agli altri, agli esclusi, gli stranieri, i diversi, quel che (gli) si è sottratto.
    Fingendo che invece sia di nostra proprietà di sangue un posto, una terra…
    Come se un albero dicesse che la terra dove sono innestate le sue radici fosse di sua proprietà.
    O un’ape dicesse, il fiore dove ho piantato la mia bandiera è mio, la mia patria…
    No, no.
    Wislawa ha ragione.

    Un abbraccio,
    Piero

    Liked by 1 persona

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...