RATTO D’EUROPA

PICASSO -  Il bacio
PICASSO -  Il bacio
PICASSO – Il bacio

Ecco, abbiamo assistito, in queste calde giornate di luglio, allo spettacolo della trattativa europea per… salvare la Grecia.
Distratti, eravamo, il caldo, l’atmosfera prevacanziera, il weekend, il mare, il lavoro ancora in mente, chissà, ognuno avrà avuto la sua buona ragione.
Anche il timore di non capire, la copertura mediatica ottimistica, gli entusiasmi populisti degli affezionati ai referendum, le speranze romantiche di qualcuno, gli ideali di qualcun altro, l’ideologismo di tanti.
L’ideologia del popolo e quella del mercati: sono le due ideologie che imperano oggi.
Pericolose, ormai, lo abbiamo imparato, ce lo ha dimostrato una volta ancora di più ciò che è accaduto tra domenica e lunedì.
Al popolo, chiamato alle urne per dare corpo ad una mitologia popolare e di sinistra, è stato chiesto di votare la scelta fra il sottomettersi ai creditori miopi e rapaci oppure di far finta di niente, di chiedere una cristiana remissione dei debiti ad un’Europa che di cristiano, ormai, riconosce solo le croci e le stragi degli innocenti.
Hanno scelto di farsi rimettere i debiti.
Voi che avreste fatto?
Ai mercati hanno chiesto di votare con i rating degli spread e degli indici si borsa la scelta fra l’esproprio ai poveri dei pochi stracci che ancora gli restano e il mettere le grinfie sul Partenone e le isole greche ( e qualche altro assett ancora succoso e profittevole).
E voi, ditemi, cosa avreste scelto?

Ideologia cieca, quella del popolo, dimentica dei debiti di realismo e di verità.
Cieca dea che nasconde sotto il manto della verginità il peccato originale della menzogna.
Ideologia sorda, quella dei mercati, incapace di ascoltare la voce degli uomini.
Sorda macchina che sa soltanto stritolare e ridurre in macerie i popoli di straccioni che riempiono la storia di elenchi senza nomi.
Adesso ci sono le nuove regole da rispettare, gli accordi da mettere in pratica.
Mettere un Paese nelle mani sei suoi creditori che democrazia si è messa in pratica, in Europa?
Se uno Stato è trattato proprio come un’azienda che democrazia si è costruita in Europa?
Se il popolo di una Nazione europea può essere venduto ai suoi creditori, che democrazia è mai questa?
Ecco, io voglio votare su queste domande.
Il diritto è stato messo contro la democrazia: da che parte stiamo?

Un pensiero riguardo “RATTO D’EUROPA

  1. Non lo so mica, sai, Pietro? E non o se questo mal di testa che mi tiene in scacco in questi giorni sia dovuto al caldo o a questo pensiero continuo, alla voglia di capire, di trovare un senso ai fatti che occupano la scena internazionale. La Grecia e la sua voglia di vivere: è ancora possibile per un popolo sognare la libertà, sognare di affrancarsi dalla “belva Europa” o forse dovrei dire dalla belva Germania che detta le sue leggi e fa – come si dice – il buono e il cattivo tempo…
    Esiste ancora uno spazio libero dove non comandino la legge di mercato e il muovo nazismo subdolo e pericoloso?
    Non lo so: forse se fossi un greco mi sarei indirizzata verso la “scelta di pancia” la scelta del sogno, la voglia di urlare la mia dignità di persona…..anche sapendo che era solo un sogno, una illusione….

    Mi piace

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...