FRA DUE GOCCE

Photo by Pierperrone

Photo by Pierperrone


Io abito fra due battiti di ciglia,
in mezzo, nella pausa d’un batticuore.
La mia casa è lo spazio infinito.
Si può pensare d’esser stretti, lì,
fra due soffi d’un respiro. E invece
spaziano, i miei istanti eterni, attorno.
Ruota, infin, l’universo intero nella finestra
spalancata, in quella casa, che sorge, eretta,
sulla sconfinata vastità d’un’alba mattutina.
Non conosco spazio più aperto o mare incerto,
per perigliose avventure e segreti misteriosi
che l’attimo in cui scorre una vita intera,
sorpresa ad affogare fra due saline gocce
di schiume cristalline.

6 thoughts on “FRA DUE GOCCE

  1. C’era un tempo

    C’era un tempo
    in cui la mani impastavano l’infinito
    Onnipotenza del frutto acerbo
    sazio di possibilità.
    Visioni d’insieme,
    Tonde, Perfette.
    Gravide del tutto.
    Ora è il tempo del dettaglio
    che sfuma il tutto nell’essenzialità.

    Grazie…
    Un abbraccio🙂

    Mi piace

  2. Beh, Patrizia, come grazie! Grazie, lo devo dire io a te!
    Prendo il tuo regalo in versi come un gioiello prezioso.
    E’ per me!
    Sarà che sono un poco malinconico in questo periodo, ma ho voglia di regali, di affetto (non interpretare male, non ho guai in giro, in casa, niente di particolare; è quello che capita a tutti)… così, tu mi hai fatto sentire importante.

    Tu hai messo l’infinito, il tutto, nelle cose concrete, come sai fare tu.
    In un frutto acerbo hai visto l’onnipotenza del divenire libero e soggetto solo alla natura.
    Hai visto la perfezione della bellezza in uno sguardo che oltrepassa le leggi fisiche e diventa visione, pensiero, immaginazione, creazione…
    E hai ridotto l’eterno a ciò che si può tenere su un’unghia, il dettaglio, l’infinitesimale, che, come dici, raccoglie il tutto e ne distilla l’essenza più intima…
    Forse più che una poesia, la tua è una filosofia grande, ampia, un respiro cosmico, se mi passi l’esagerazione…
    Ha un che di orientale, non so, forse buddhismo, forse saggezza zen…
    O solo un cuore tanto grande…
    Ecco, si.
    io preferisco quel cuore, così grande.

    Un bacio, amica mia.
    E a presto.
    Piero

    Mi piace

  3. Grazie, cara Mistral.
    Ognuno di noi è un mondo, un cosmo intero…
    Quello che ho messo in questa piccola poesia (in maniera incompleta; chissà, se qualche altra volta sarò capace di dire anche dell’altro) non vorrebbe essere una metafora, qualche immagine per descrivere magari la banalità della vita d’ognuno a confronto con l’eterno scorrere della vita.
    In realtà, e molto più terra terra, ho descritto qualcosa che si prova davvero, fisicamente, alla lettera…
    Si, certo, un pò forzatamente, perchè poi viviamo in 100 metri quadri, abbiamo l’automobile e invadiamo con le strade e le città molto più spazio (inutilmente accaparrato) … ma la vera vita, stringi stringe, si condensa in quello sta nascosto nel mistero e che scopriamo con meraviglia quando abbiamo la voglia e la fortuna di esplorare spazi angusti, imprevisti, improbabili, impensati…
    Ecco, lì in mezzo ci accorgiamo di vivere davvero… non in metafora!
    Un bacio
    Piero

    Mi piace

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...