RESPIRO ROSSO E NERO

Mark ROTHKO - BIANCO SU ROSSO

A

Aggrappato a quel divano rosso fuoco,

annaspo nel mare giallo della stanza.

Sull’oceano del cielo verde, nella sera,

nuota sperduto un gabbiano solitario.

S’è smarrita la sua ala nella foresta irta 

di rigidi pennoni appesi al cielo nero.

Plana l’ombra opaca sull’orizzonte terso:

s’è compiuto, ormai, del giorno il fato oscuro.

Immobile, sulla tela della sera il tutto giace,

segno del tempo, che si scolora nella notte.

Verso il vuoto precipita l’equilibrio assente,

dove tutto scorre, piano, sotto gli occhi miei,

cullati dolcemente dalla corrente delle cose.

Nè mi sveglio, del resto, dal sonno che mi lega

all’illusione della vita, distratta mentre sogno.

Sul muro sbiadisce l’umore denso dei colori,

e dietro la finestra s’affievolisce l’azzurrino cielo.

S’è ritirata l’esistenza stanca nell’ultimo bagliore 

dell’argentea falce di luna ch’avanza luminosa.

Una neve polverosa scende lieve a riparar le cose,

sulle antiche forme, cade, sui ricordi familiari.

Fiocchi di sapori, profumi, affilate sensazioni,  

dolorosi graffi, s’incidon, nella notte, sulla pelle.

E quando il giorno s’ergerà, mostruoso Leviatano,

fuggiti ormai saranno i mostri e i demoni nottali.

a

4 pensieri riguardo “RESPIRO ROSSO E NERO

  1. Credo di comprendere molte delle emozioni che traspaiono dai tuoi versi. Quel senso d’oblio mi appartiene, quell’estraniarsi della coscienza dal mondo… ma la tua notte m’appare più inquieta, meno consolatrice a tratti…
    La notte è diversa per ciascuno di noi e forse, a volte cambia, nel corso del tempo. Per me ora è sempre amica, rifugiom ma a pensarci bene non è sempre stata così.
    Un abbraccio

    Mi piace

  2. La notte, o meglio la vita che di notte si svolge, è un regno nel quale le leggi ordinarie del giorno non valgono.
    Tutto cambia, dalla fisica alla chimica, dalletica alla morale, dall’amore all’odio, dall’ordine al caos.
    La vita che di notte si svolge disobbedisce e trasgredisce e nessuno può ristabilire l’autorità della coscienza sui sensi.
    E’ questo ciò che mi affascina della notte.
    Non mi inquieta, cara Patrizia, anzi, mi attrae, mi cattura, è un continente, una dimensione da esplorare palmo a palmo.
    Ma non ti posso negare che nel descrivere, per contrasto quel che si trova in quel territorio inesplorato, per contrasto da quello che si trova correntemente nel regno del giorno, non riesco ad usare altre forme che quelle sospese, che sconfinano nell’indefinito e scolorano nell’irrequietezza a causa del loro continuo sfuggire, mutare, trasformarsi, restare inafferrabili giusto il tempo che si realizzi il desiderio nuovo di allungare la mano ed afferrare la coda di un sogno che scappa, che sfugge, scompare, svanisce…

    Naturalmente io ti parlo di una notte che nulla ha a ache vedere con la notte che regna per strada, nelle ore notturne.
    Quella è una notte ordinaria, per certi aspetti, che obbedisce a leggi diverse, ma che sono leggi che hanno la stessa sostanza delle leggi del giorno.
    Io ti parlo della notte che s’illumina dentro di noi quando il giorno si spegne.
    E più di tutto, mi affascina il magico momento, l’indefinifìbile, eterno, istante, sottile come una linea, profondo come la linea dell’orizzonte, nel quale il giorno si tramuta nel suo contrario, il momento in cui cambia l’ordine delle norme che regolano il nostro fluire vitale…
    Di questa notte, solo, io parlo.
    Un abbraccio,
    Piero

    Mi piace

  3. Avevo compreso qual è la tua notte. E’ uguale alla mia.
    Fose per questo ti ho scritto che credo di comprendere molte delle cose che dici.
    Quell’attimo in cui “cambia l’ordine delle norme che regolano il nostro fluire vitale” !!!…
    Ciao🙂

    Mi piace

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...