BIANCANEVE

Una favola.

Non si potrebbe raccontare meglio la meraviglia del candore di una nevicata sulla città eterna.

Peccato che, come la neve presto si sporca appena viene a contatto diretto col mondo , anche il candore della fiaba viene subito sporcato dal contatto con la realtà.

Oggi di quella magica atmosfera resta solo un pò di ghiaccio marcito, qualche polemica sterilmente stupida, molti disagi di cui non frega niente a nessuno, qualche immagine rubata, una manciata di ricordi.

Biancaneve sembrava la città, ieri mattina.

Assonnata, ancora invaporata dal torpore, stesa sotto il suo candido lenzuolo, pura, immacolata, ingenua, fresca, gentile, giocosa, allegra…

Io preferisco ricordarla così.

9 thoughts on “BIANCANEVE

  1. Roma è proprio una città bellissima.
    Domenicamattina abbiamo fatto un giro in centro, dal circo massimo all’isola tiberina, il ghetto, il campidoglio, il colosseo.
    Un’oretta e mezzo e tante tante foto.
    Ma era uno spettacolo unico, memorabile.

    Certo, la coda di polemiche che continua ancora stasera lo trovo proprio stucchevole, contrario ad ogni buon senso ed evidenza dei fatti.
    Tu stai a Roma, hai visto le strade ammantate di neve ed i lastroni di ghiaccio che sbarrano il passo?
    Pensa che quando sono uscito, oggi pomeriggio, ho incontrato uno yeti che mi ha fermato per chiedermi una coperta ed un passaggio e poco più in là, un branco di lupi che stava sciando.
    Io mi sono spaventato e domani mattina mio figlio a scuola non ce lo mando. Ha voglia il siondaco a insistere!

    Un abbraccione, come sempre,
    Piero

    Mi piace

  2. Che bello questo video Piero.
    La splendida Roma con la neve è ancora più suggestiva. Sì lo so…la neve crea tanti problemi in città, però…come si fa a non perdonarla? E’ così dolce e semplice…Purtroppo le esigenze della vita ,come per tante altre cose, non ci lasciano il piacere dello stupore e dela gioa infantile.
    Qui ha fatto solo una scappata breve. L’abbiamo vista ma se n’è andata subito. rimane solo un po’ di bianco in giardino. L’aspettiamo domani. E anche se so che ci saranno un po’ di difficoltà,, sarò felice. E alla sera accenderò il camino e dalla finestra la guarderò cadere.
    Un grande abbraccio.

    Mi piace

  3. Ho letto anche il tuo post ‘Istantanee’, molto bello e coinvolgente, -ma cosa vuol dire ‘nubina’? – Sai, mi stupisce sempre la tua apertura mentale, il tuo modo di metterti in gioco in prima persona.
    Anche quì con con ‘ Biancaneve’ l’impressione è di momenti inconsueti vissuti con semplicità, momenti speciali però, immagini incantevoli..
    Quì, da queste parti, credo che non si lascerà dimenticare facilmente quest’anno , la neve, appena prima dell’alba siamo a meno venti, ma poi arriva il sole alle 10 e nei punti riparati si sta davvero bene, anche il sole è di un bianco brillante e quasi caldo, cioè caldo, tiepido, una bellezza.
    Sì, l’acqua fuori si ghiaccia come niente, ma ormai siamo abituati.
    Che bella Roma! Grazie di farmela ‘visitare’ un po’ anche così.

    Un bacio

    Tua
    Minetta

    Mi piace

  4. Per fortuna, Patrizia, a Roma i disagi sono stati soprattutto mediatici.
    Si, certo, tra venerdì e sabato è stata un pò una catastrofe, ma qui ci siamo abbastanza abituati. Basta un evento un pò fuori dal normale e si blocca tutto, ricordi la grande pioggia di ottobre? Ci fu addirittura un morto.
    La nevicata è stata relativamente forte, certo come non se ne vedeva da trent’anni. Ma Già ieri pomeriggio il centro e gran parte della città erano praticamente liberi.

    Dovevi vedere , sabato mattina, migliaia di romani e di turisti a passeggio per i monumenti del centro!
    C’erano tanti … sciatori che facevano lo slittino dai pendìi del Circo massimo!
    Insomma abbstanza divertente e relativamente fastidioso.
    Stamattina la situazione si è già quasi del tutto sistemata.

    Rimane il ricordo di una giornata davvero particolare.
    Dicno le previsioni che venerdì prossimo potrebbe peggiorare di nuovo…
    vedremo!

    Bè, la neve è una specie di magia.
    Se si ha un pò di pazienza e se non ci si trova come i tanti, troppi, che in questa occasione, sono senza energia elettrica ed acqua potabile da tre o quattro giorni, la si può trovare meravigliosa.
    Io la trovo così!

    Piero

    Mi piace

  5. Ciao, Minetta.
    Si questo inverno ce lo ricorderemo davvero. Dopo i tanti caldi e senza neve, forse anche i ghiacciai torneranno a crescere. E nenache l’acqua sarà scarsa in estate.
    Ma certo, il freddo è davvero incredibile.
    Da te deve essere speciale.
    Lo racconti con una dolcezza che mette voglia di venire a vedere.
    Deve essere un’oasi di silenzio e pace.
    Il contrario del caos di questa città rumorosa.
    Ma sia la tua valle che questa città hanno la bellezza dalla loro parte, e quella gliela doniamo noi con gli occhi con cui guardiamo, perchè la bellezza non sta fuori, nelle cose, ma dentro, negli occhi di chi guarda.

    Nubina.
    Una parola, un suono che non c’è nel vocabolario.
    Indica una sensazione visiva, di qualcosa che ha a che fare con le nubi.
    Una cosa fatta di quel materiale, che ha quel colore, che ha quella consistenza eterea delle nubi.
    Mi piace, perciò ce l’ho messa.
    Indica qualcosa di preciso, un senso, un significato, una sensazione degli occhi e dei sensi molto precisa.
    Non trovi anche tu?

    Un gran bacio anche a te,
    Piero

    Mi piace

  6. Hai fatto almeno la guerra con le palle di neve?
    Mio figlio Gabriele è diventato abilissimo….. si prepara le munizioni e si apposta in agguato in attesa della vittima….
    Io naturalmente sono la sua preferita, quando esco fuori a prendere la legna….. zac, arriva una “palloccata” (dialetto palestrinese) … allora io inizio a corrergli dietro con le mie di munizioni….. ma quanto è difficile stare dietro a 10 anni di pura energia…. Bellissimo il video, Piè, chissà come sta S. Paolo con la spada innevata…. Sei andato a trovarlo? Un bacione,
    Floriana

    Mi piace

  7. Io non ho fatto a palle di neve, ma mi sono divertito a sparare fotografie, come un bambino, ne avro scattate due o trecento.
    Ma devi essere davvero un bersaglio irresistibile: tuo figlio che ti impallocca (imparo le lingue, vedi?) mi piacerebbe veramente vederlo. E tu ti arrabbi con lui? Io lo farei moltissimo. Ma mi divertirei lo stesso.

    San Paolo con lo spadone inquieta sempre.
    Al centro del cortile davanti all’ingresso della chiesa è terribile, per meil peggior invito ad entrare che si poteva immaginare.
    Non era meglio una santo sorridente?
    Innevata però no, non l’ho vista.
    Però potrei andarci venerdì o sabato prossimi, visto che la neve è in previsione anche per allora.
    Che ne dici?
    Un bacione anche a te (sono sempre felicissimo di trovarti, ogni tanto. Mi mancano sempre le tue parole, le tue pagine).

    Piero

    Mi piace

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...