Palermo – Le navi della vergogna

a

a

a

VIDEO GALLERY TG 3 Le navi della vergogna

Di Danila D’Amico, fotogiornalista freelance di Palermo. Un paio di giorni fa sono stata al porto di Palermo per provare a capirne di più. link video gallery TG 3

Click on the image

See the video:

a

a

Annunci

4 pensieri riguardo “Palermo – Le navi della vergogna

  1. …che dire, forse si può solo stare zitti, purtroppo senza accorgecene anche noi calpestiamo senza volere ogni diritto umano, in fin dei conti anche tu forse incontri qualche barbone lungo il tuo percorso e forse come me non lo hai mai alzato, abbracciato ed invitato alla tua tavola… un piccolo episodio capitatomi, sette e mezzo di sera nel salotto buono di Ravenna, passano due neri mentre siamo in gruppo e non dicono nulla, cinque minuti dopo rimasta sola mi ripassano accanto e con occhi disprezzanti uno di loro mi apostrofa:puttana, io gli rispondo : maleducato e lui mi manda a fa un …. e questi episodi sono frequenti ed io come donna sono stanca perchè anche loro i neri se la prendono coi soggetti più deboli…le donne.
    Ciao Piero.

    Mi piace

  2. Paola, puoi immaginare cosa penso, no?
    Nessuna comprensione per quei delinquenti e per nessun altro come loro.
    Quello che non posso sopportrare è la generalizzazione che diventa razzismo.
    I furti in villa degli albanesi.
    I violentatori rumeni.
    Gli spacciatori africani.
    I terroristi musulmani.
    Di qui, a dire i siciliani mafiosi.
    I napoletani camorristi.
    I milanesi corrotti.
    i bergamaschi leghisti….
    Eppure, sono sicuro, migliaia di bergamaschi, di milanesi, di napoletani, di siciliani, di musulmani, di africani, di rumeni, di albanesi, sono persone come me e come te, perbene, che lavorano e vogliono lavorare onestamente.

    Il resto è il banale e superficiale alibi di chi vuole mettere la testa sotto terra e non vedere la complessità del mondo.

    C’è poi un altro aspetto.
    Comunque continuo a pensare che ogni essere umano ha una sua dignità.
    Qualunque sia la colpa che ha commesso.
    E riconoscere quella dignità non è qualcosa che aiuta lui, ma qualcosa che qualifica chi riconosce quel valore umano.

    Io sono un egoista peccatore, Paola, se è questo che vuoi sapere. Non sono un santo filantropo.
    Non per questo i miei occhi non vedono ed il mio cuore non sente.

    Un abbraccio,
    Piero

    Mi piace

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...