CITTADINI IN PIAZZA

L'immagine della nostra Piazza (click-on)

Cittadini in piazza

Così, cari concittadini, abbiamo cominciato a dare vita a questo nuovo spazio comune.

Certo, è ancora uno spazio vuoto, tutto da riempire.

Una pagina bianca.

Che provoca, come tutte le pagine bianche, un pò di sensazione, di sgomento, un pò di panico.

Ma regala anche qualche emozione, un pizzico di sogno, un filo di utopia.

E’ l’inizio di un viaggio.

E adesso ci troviamo nella fase un pò magmatica, confusionaria, che si vive in quei momenti prima della partenza, quando si sta nervosamente in attesa che ri riunisca tutta la comitiva.

Verranno tutti ?

Arriveranno puntuali ?

Partiremo davvero ?

Saremo in tempo ?

Ma ci sono anche altre omande che si affollano alla mente.

Che aspetto avranno … i luoghi che visiteremo ?

Come sarà il viaggio nel quale ci stiamo avventurando ?

E che avventura sarà mai, questa?

Senza un vero progetto, senza un programma … senza rete …

Si, è così.

Ma a me, in fondo, non me ne importa proprio niente.

Il viaggio è bello perchè ci porta, ci guida, ci fa scoprire cose che non conoscevamo.

E ci fa scoprire cose che non conoscevano che stanno dentro di noi, oltre alle cose che non cnoscevamo fuori di noi, o a noi attorno, o un pò più in là, là a fianco, chilometro o miglia più o meno.

Certo è che un viaggio ci cambia.

E per questo, un viaggio non ci restituirà mai allo stesso posto di partenza.

Cosa abbiamo messo nella valigia ?

Abbiamo tutto con noi ?

Cosa hai dimenticato, tu, che sei sempre tanto distratto, caro concittadino ?

Neanche questo mi importa per niente.

La valigia è certamente piena, perchè è pesante, colma di quel che siamo, di quel che ci piace essere, di quel che sapremo o vorremo diventare.

Dei VIP ?

Famosi ?

Ricchi ?

Io vorrei continuare ad essere un sognatore, ma con i piedi per terra.

Quindi, il mio mezzo di trasporto saranno, appunto, i piedi.

E vorrei continuare a raccontare.

E mi piacerebbe continuare ad emozionare chi legge, contagiandolo con le stesse emozioni che mi emozionano mentre scrivo.

E raccontando mi piacerebbe condividere il Bello, che è anche il Bene ed il Buono, con chi legge, contagiandolo con il Bello, che è anche il Bene ed il Buono che ho dentro di me.

E vorrei essere contagiato dalle emozioni di chi legge e dalle emozioni di chi scrive accanto a me, su questa stessa pagina.

E vorrei essere contagiato anche dalla Bellezza, che è anche il Bene ed il Buono, di chi legge e di chi scrive accanto a me, su questa stessa pagina.

Nella mia valigia ho il tesoro più grande che un uomo si possa portare appresso.

La vita.

E parlare di lei, raccontare delle sue mille e mille maschere e delle sue vesti multicolore e dei suoi costumi e delle sue facce e delle moltitudini di esseri in cui si incarna e dei suoi figli e dei suoi avi, vicino e lontano da me ed anche proprio dentro di me, è il più meraviglioso racconto che si possa tentare !

Per questo in questa valigia c’è un tesoro.

Ed un tesoro così c’è nella valigia di chi legge e di scrive accanto a me, in questa stessa pagina che prima era bianca e che ora ianca non è più nè mai più lo potra diventare.

Ecco.

Cari concittadini,

Benvenuti in Piazza !

Annunci

5 Replies to “CITTADINI IN PIAZZA”

  1. Ehmmmm … la vedi quella quella bambina con il naso schiacciato su quella vetrina?
    Un pò più a destra… si in fondo… mi riferisco proprio a quella bimba, dal cappello rosa e golfino azzurro…avida osserva quei meravigliosi dolci che emanano un profumo irresistibile manine schiacciate ai vetri …occhi socchiusi le pare di assaporare ad uno ad uno tutte quelle prelibatezze…
    Mi sembra di ascoltare i suoi pensieri…_ un bel cornetto al cioccolatto… no, nooo meglio quella crostatina con tante fragoline… ohhhhh ma c’è anche quel bignè alla panna… come vorrei affondarci il naso e divorarlo in un sol boccone…Starò attenta a non sporcarmi… altrimenti chi ha voglia di avere i rimproveri della mamma…_
    Ecco…quella bambina con il tempo è cresciuta… sai? Ora affonda il suo naso in un’altra vetrina… quella della vita… Eheheh si perchè la vita in relatà con tutte quelle luci colorate non è altro che una grande vetrina dove osservare, prendere e pregustare le scelte quotidiane…
    Lei ha voglia dello stesso antico profumo di dolcezza e lo cerca tra tutta quella moltitudine di tessere che le si presentano…Difficile la scelta questa volta… dove tendere la mano per non sbagliare? E se capitasse di prendere la tessera sbagliata? Pazienza… ormai non ha più timore di essere rimproverata dalla mamma se si sporca il suo bel golfino… gli errori sono inevitabili…
    E continua ad annusare naso in su occhi chiusi un frammento di dolcezza, di sapore antico, quel profumo di cannella ed aroma di limone…
    Ti sarà facile riconoscerla, perchè la vedrai ferma, accanto a quella stessa vetrina, fin quando non riconoscerà alttre tessere a lei somiglianti…perchè ha voglia di vivere la sua vita su quel filo sottile tra realtà e fantasia!
    Fatima

    link immagine http://localhostr.com/file/ATqXvbM/bimba.jpg

    Mi piace

  2. Cara Fatima,
    quella bambina che sogna ancora oggi è un vero miracolo!
    Una magia.
    Un incantesimo.
    Riporterò quewsto tuo commento sulla nostra Piazza.
    A presto,
    Piero

    PS. Prova a scrivere sull nostro blog; vedi se riesci ad entrare, ho inviato un messaggio sulla mail che usi per i commenti per farti essere autore (trice) della Piazza.

    Mi piace

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...