MARE ROSSO

Un mare rosso. Rosso di sangue !

Sangue sgorgato copioso,

come il mare, dalle sorgenti

della vita e unto di terra.

Sangue sgorgato dalle ferite,

alimento del mare di dolore.

Mare di sangue degli schiavi,

banchetto degli squali.

Sangue vivo, strappato alle carni

di poveri uomini, poveri martiri.

Carni, carni di poveri, insanguinate,

povere carni di poveri in catene.

Sangue d’umanità partorita dalla terra.

Sangue che corre al mare, impetuoso.

Sangue, sangue, sangue !

Come un fiume impazzito !

Mare di sangue e di morte.

Mare rosso e gorgogliante.

Mare di braccia e di gambe.

E mare di occhi. A mille a mille !

Rosso mare e rosso peccato.

E nero, nero mare della notte

e mare, nero mare,

mare nero di bestemmie.

Mare d’infedeli.

Mare di dimenticati.

Le tue onde nere, mare,

saranno flutti senza pace.

Disperate correranno, maledette,

nel mare del tempo senza fine.

E tu, mare senza pietà, mare rosso,

mare di sangue e di vendetta, mare d’odio

tu, mare, sarai, un mare senza pietà.

Tu, mare, impietoso, tu, l’ Inquisitore

tu, mare, inflessibile giudice,

tu, mare, sarai il Tribunale,

tu, mare, empio cusotode dell’Abisso,

tu, mare, senza pena, tu, mare, tu, il Boia.

E quando, eterna, la bonaccia ti placherà,

solo allora, tu, morto mare rosso di sangue,

solo allora, tu, mare, renderai la pace agli elementi,

Tu donerai al mondo la pace, tu, morto, mare rosso,

tu, mare di lava ribollente, tu laverai il Peccato Originale.

E puro, infine, monde le ferite,

cheto sarai l’azzurro amante del cielo.

Ecco il tuo Fato, mare immenso,

mare dalle eterne acque irrequiete.

A milioni accoreranno i figli tuoi,

al tuo seno caldo, mare rosso,

latte della vita. Creature dai mille colori,

gialle, saranno, o nere e bianche e rosse,

e urleranno e sciameranno a milioni

e popoleranno ogni angolo tuo liquido

e non basterà Oceano a contenerli !

E tu urlerai e tempesterai. Mare furioso!

Poi … consumata la tua vela dalla carezza del vento,

ti placherai … e sarai olio e piatto specchio rilucente.

Ma poi  di nuovo ! E spruzzi e nebbia e schiuma

e poi daccapo acqua, e schiuma, e muggirai,

e poi, sarai pazzo di paura e ancora folle, rosso di rabbia,

e con furore sommergerai la secca terra nera

e la feconderai come acquoso minotauro

in un amplesso travolgente.

E tempesta diverrai e piangerai

e il tuo sale sarà il fuoco…

… Poi … nella tua schiuma …

… solo la vertigine … pura …

sconvolgimento della storia.


I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...