DEMONIO SCONFITTO

Herbert James Draper, Lamia, 1909

Sono entrato nel tuo mondo strisciando

sulla terra aspra e compio il mio destino

mangiando la polvere, come una serpe.


Sono entrato dentro di te di soppiatto

di nascosto, piano, senza dolore,

insozzando la tua vita col mio fango.


Ho rubato il candore alla tua anima casta

e l’ho fatta sentire una donna perduta

lasciandole in dono soltanto promesse.


Poi te ho sedotto per  trenta denari

come un puttana che s’accontenta di poco

lasciando il mio prezzo  fra le tue gambe.


Ma ho maledetto il tuo limpido sguardo

innocente saetta del cuor degli dei

piangendo cocente il mio basso destino.


Ho teso a migliaia  tranelli per te,

tentazione, desiderio, lussuria e peccato,

insidiando col miele il tuo amaro cammino.


Ho intriso di veleno la calda voce di Eva

e nascosto nella sua bocca il mio sibilo gelido

imprigionando i tuoi sensi nella rete dei sogni.


Ti ho scagliato addosso del demone i dardi,

il denaro, il potere, la guerra e la brama

trafiggendo il tuo petto, infallibile arciere.


Ti ho perduto, ti ho usato, tradito, venduto

ho spento i tuoi occhi, accecato il tuo cuore,

ripagando le tue pene con false monete.


Ma adesso hai imparato, hai capito, compreso,

sei tu il mio maestro, ormai, demonio a due zampe …

… Strisciando il Destino ci conduca per mano.

2 pensieri riguardo “DEMONIO SCONFITTO

  1. …bè direi che in questi giorni è molto attuale, anzi no, quello che succede oggi non è demoniaco, quest’ ultimo ha anche una sua dignità, un peso, una sofferenza, come si avvince dalla tua poesia, quindi mi scuso di aver paragonato la tua poesia a quella specie di farsa di nugoli di amorini che ronzano attorno al satiro, che non so più veramente cosa sia se non … inclassificabile.
    Buona domenica.

    Mi piace

    1. Cara Paola, si hai ragione, questo demonio è ancora dignitoso. Quell’altro invece non ha nessuna dignità. Solo volgarità plastificata.
      Nasi rifatti, tette rifatte, capelli rifatti, dignità rifatta.
      Non ne posso più.
      Deve andarsene a casa, per mio figlio voglio un paese normale, dove i lasdri rubano ma non stanno al governo, le puttane battono, ma non stanno in parlamento, i nani e le ballerine fanno obbediscono al capocomico ma nonhanno cariche ministeriali, i biscazzieri frodano i gonzi, ma non dirigono i telegiornali, i papponi tengono i conti delle puttane ma non fanno i consulenti del primo ministro …
      Vedi?
      Nella nostra repubblica indipendente anche il demonio ha una sua dignità!!!
      Grazie, Paolè!

      Mi piace

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...