MARE DI LUCE

 

TETTI DI ROMA - Guttuso

 

Hai trafitto i miei occhi,

al tramonto,

tenero raggio di sole,

e ne sono sgorgate le lagrime,

un fiume caldo come il sangue

giallo

come la luce

colato in  un grande lago

giallo,

un immenso mare di luce

densa come miele

e come miele

dolce

come le tue lagrime

calde

come il sangue

che scalda il tuo cuore,

amore mio.

Anima mia,

mio corpo trafitto,

và,

veleggia

in quell’immenso

mare di luce.

Annunci

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...