ROSSO SANGUE

http://www.dailymail.co.uk/news/article-1317829/Hungary-toxic-sludge-2-killed-mud-floods-factorys-dam-breaks.html

Ho visto sgorgare caldo il sangue della tua ferita,

Grande Madre,

e, rosso, bagnare di morte la terra.

Un fiume,

fiamma rubina, ha arso le carni dei tuoi

figli innocenti.

Ho visto il tuo corpo annientarsi in un mare

di fango vermiglio.

Hanno versato il Tuo Sangue e ho provato Dolore,

mia tenera Madre.

Inchiodata alla Croce, hanno lacerato, le spine,

le tue candide carni.

Ho pianto le tue lagrime, oggi, insieme alle mie

nel disperato dolore.


Pietà nasconda il tuo volto piagato, e con esso,

le piaghe del mio.


Annunci

3 pensieri riguardo “ROSSO SANGUE

  1. Si sentono le tue radici nella terra, ami la città , la tua Roma, ma senti ancora forte il legame con la terra, sino ad ora non ci avevo creduto molto a quello che avevi detto sulle tue origini, ti credevo cittadino al 100 per 100 …ma ti è rimasta una percentuale significativa legata alla terra, lo si percepisce in questa tua pregnante poesia.
    Buona settimana.

    Mi piace

  2. Graze, Laura, mi fa piacere che passi da me di tanto in tanto. Comunque noi ci vedremo al seminario, dal 19.

    Paola, la terra è nutrimento per tutti i suoi figli.
    Tutti siamo terra, nutrimento, e dobbiamo tornare terra, per offrire nutrimento ai suoi figli chee verranno dopo di noi.

    Ti ricordi, l’altr’anno ho sentito, sdraiato in un’oasi d’erba verde a Plitvice, in quel meraviglioso paradiso d’acqua cristallina e natura rigogliosa, ho sentito, nel silenzio e nel profumo dell’aria, proprio mentre stavo sdraiato, le mie radici affondare nel terreno.
    Dalla schiena assorbivo nutrimento dalla terra umida e tiepida. E mi sentivo come un albero, un fiore, un figlio della terra, una sua creatura.
    Ed ho desiderato di essere restituito a lei, quando sarà il momento.

    La stessa … lo stesso sogno le fanno gli induisti in India, che amano la terra come la Grande Madre. Sanno di essere nati da Lei ed è a lei che vogliono tornare, alla fine. E l’acqua, la loro sacra acqua, è il veicolo, il battello che a Lei li riporta, alla fine del viaggio.

    Mi piace

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...