ITALIA

 

Fortunatamente la “reubblicaindipendente” esiste! E qui l’aria è pura, fresca, limpida, trasparente.

In Italia invece non è così, specialmente in questo periodo.

…Dev’essere davvero ben strano vivere in un paese come l’Italia, dove i ministri sparano bordate violente e livorose contro i propri amministrati. Per esempio il ministro della Pubblica Amministrazione che, a quanto pare, è costretto ad amministrare una popolazione di impiegati pubblici fannulloni e falsari. Lui, che non ha mai avuto rapporti con le Pubbliche amministrazioni, che non ha mai conosciuto nè le mortificazioni delle trafile dei concorsi universitari nè mai ha marcato un’assenza dai banchi del parlamento europeo, dove era stato eletto per amore di popolo.
Ancora più sorprendenti sono le modalità di scelta di parlamentari e ministri, che devono avere caratteristiche di casting televisivo, piuttosto che qualità intellettuali elevate. Poi, se portano la minignna e le calze autoreggenti, anche se non hanno mai lasciato tracce nella storia politica del paese, sono con grande entusiasmo del premier nominate ministro della repubblica.
Per non parlare del primo ministro. Eletto a furor di popolo, dopo aver appellato di coglioneria glistessi  elettori. 
Osannato come un messia in terra, ovunque passi nel suo paese. 
Anche dove sono ancora fresche le macerie del terremoto, dopo aver pianto i morti innocenti estratti dalle rovine delle costruzioni pubbliche e private a cui erano stati rubati ferro e cemento, lui che ha una sensibilità civile altissima, anzichè solliticare i bassi istinti antisociali della giustizia e della legalità,  preferisce i più elevati toni dell’auspicio della costruzione di palafitte di cemento e di quartieri ghetto, o gabbie di cartongesso per i poveretti sopravvissuti alla distruzione. Ovviamente, dopo aver assicurato loro una debita permanenza di quarantena nelle tende gentilmente messe a disposizione dai ministri de La Russ(i)a e della Padania.
Il primo ministro italiano è capace di farsi lasciare dalla moglie, pur di gratificare gli esiti del perfido complotto della fetida sinistra in decomposizione post mortem. 
Inoltre, il grande statista, non riesce a scrollarsi di dosso la torma di cani rognosi, bastardi e pieni di pulci, che tentano di azzannare le sue virtù umane, morali, etiche e politiche prima di ogni elezione, grande  o piccola che si svolga nel suo paese.
E’ un caso davvero notevole, il primo ministro, amico di tutti i potenti del pianeta, infiltrato a tutte le cene che contano dove si decidono i destini del mondo, pur di riuscire a lasciare la sua benefica impronta in tutti i processi (Hops, pardòn, parola sconveniente, mi si scusi la gaffe) in tutte le situazioni dove urge il suo intervento risolutivo. Neanche il Messia nella Terra Promessa, pur godendo di appoggi molto più in alto e potendo ricorrere a poteri sovrannaturali, era riuscito a risultare altrettanto determinante per gli equilibri del mondo.
Come faranno gli italiani a sentirsi rappresentati da politici che tutte le sere recitano un copione mal scritto in ogni telegiornale e da cui traspare evidente la considerazione bassa ed offensiva del pubblico cui sono costretti a rivolgere la parola.
Per fortuna sta per arrivare il principe azzurrino dei savoiardi, presto eletto parlamentare europeo, che dichiarerà guerra all’esercito in camicia verde dei celti padani, nostalgici dell’impero austroungarico. Ma presto le due schiere si alleeranno – erano già alleate in passato –  per ricacciare tra le fauci dei mostri marini quegli straccioni africani o ex comunisti che vorrebbero rubare l’ombra dei platani ai meritevoli elettori italiani. Che poi, quelli, gli straccioni africani o ex comunisti, clandestinamente penetrati nell’utero italiano, vorrebbero rifiutarsi di comportarsi come macchine da lavoro, merce di scambio, vili schiavi senza valore. Pretendono anche uno stipendio, un salario, un’istruzione, un’assistenza sanitaria, un libretto dei contributi e pure il riconoscimento del diritto di voto, per sè e per i propri familiari. 

Io che sono un provinciale, di una piccola repubblica, non riesco proprio a capire. Il Papa che osa ancora difendere quei vigliacchi terroristi che non vogliono farsi più sfruttare, nè farsi ributtare tra le onde, in pasto, a scelta, dei pescicani o delle belve col fucile al soldi di qualche raìs nordafricano. Le organizzazioni internazionali che si affannano ancora a trattare quella marmaglia subumana e maleodorante come persone civilizzate e polìte. Gli americani, quelli degli USA, hanno affidato il destino del loro popolo  ad un nero quasi comunista La stampa internzionale si è fatta infiltrare per ogni dove da giornalisti comunisti o quanto meno di sinistra. Altrettanto i giudici di tutto il mondo.
Meno male che esiste ancora qualche paese dove va ancora tutto bene. La nuova Russia, per esempio, dove i giornalisti e gli oppositori li fanno fuori con un bel colpo di fucile o una buona dose di veleno. Meno male che il magnanimo presidente di quella civilissima nazione è ancora l’amico migliore del premier italiano e possono, così, insieme, sottoscrivere gli accordi più convenienti per i due paesi.

E poi, per finire, basta con questa invenzione catastrifista e di sinistra della crisi economica. E’ solo una questione di psicologia. 
Il frutto della frustrata invidia degli ex comunisti. Il complotto di poveri coglioni che, pur di fare dispetto al più grande primo ministro che la storia abbia assicurato all’Italia, preferiscono farsi licenziare, farsi pignorare l’appartamento, non vogliono più comprare nulla, auspicano e promuovono la chiusura di tutti i centri commerciali e complottano per il fallimento di banche, finanziarie ed assicurazioni. In tutto il mondo. Ci sono cascati tutti. Cinesi compresi…

E’ un paese che non capisco tanto bene. L’Italia. Evidentemente sono stato contagiato anch’io.
Ma non me ne preoccupo più tanto. 
In fondo mi sento meglio nella repubblicsindipendente.  
   
Annunci

2 Replies to “ITALIA”

  1. Caro Piero,sono nauseata quanto te, leggo i giornali e ogni giorno trovo notizie peggiori ( oggi ad esmpio in edicola sulla copertina di un giornale di gossip Fabrizio Corona ,candidato alle europee , dichiara che è felice perchè non osseva nessuna regola : guida ubriaco e senza patente , ha vari processi in corso per smercio soldi falsi e ricatti e guadagna un mucchio di soldi come testimonial di eventi e serate perchè attira tante persone….folle di ragazzi che lo acclamano) Foto istantanea dell’ Italia di oggi……ma io sono ottimista , il nuovo è già partito dagli USA con Obama e tempi migliori arriveranno, ne sono sicura. Ciao,

    Mi piace

  2. Caro Piero,sono nauseata quanto te, leggo i giornali e ogni giorno trovo notizie peggiori ( oggi ad esmpio in edicola sulla copertina di un giornale di gossip Fabrizio Corona ,candidato alle europee , dichiara che è felice perchè non osseva nessuna regola : guida ubriaco e senza patente , ha vari processi in corso per smercio soldi falsi e ricatti e guadagna un mucchio di soldi come testimonial di eventi e serate perchè attira tante persone….folle di ragazzi che lo acclamano) Foto istantanea dell’ Italia di oggi……ma io sono ottimista , il nuovo è già partito dagli USA con Obama e tempi migliori arriveranno, ne sono sicura. Ciao,

    Mi piace

I COMMENTI SONO GRADITI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...